Letture gustose parte 494

Greci, romani, normanni e spagnoli hanno lasciato sulle sponde calabresi riti, usanze e sapori che ancora oggi caratterizzano la gastronomia tradizionale della regione. Una cucina, quella calabrese, basata soprattutto sulla grande varietà di pescato che si traduce in un ricco assortimento dì zuppe, fritture, grigliate e brodetti. Piatti semplici che sanno di mare senza rinunciare ai sapori della campagna. Un’arte che sì esprime attraverso ricette che coniugano il pesce con le verdure e i farinacei e che sì arricchiscono di aromi intensi, tipici del territorio. Il peperoncino soprattutto, ma anche il pepe nero, la cipolla, l’aglio, la menta, il basilico, l’alloro, il prezzemolo, la salvia e il timo vivacizzano pietanze sane e gustose. Una cucina fatta di gesti antichi che riunisce nel concetto di “cucinatu” la sacralità del focolare, del cibo e dei vìncoli familiari.

Questa voce è stata pubblicata in Blog friends, Food Book e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.