Letture gustose parte 585

Mala e Ronak non sarebbero tornati tanto presto nella casa dove sono cresciuti, se non fosse stato per la telefonata della mamma: nella sua voce hanno riconosciuto un allarme nuovo, e lei ha annunciato una notizia che li ha spinti a raggiungerla. Da tempo ormai i due giovani hanno preso le distanze dai genitori indiani emigrati tanti anni prima, rinnegando in qualche modo le tradizioni per sposare senza riserve il sogno americano. Mala è medico come la madre, ma diversamente da lei non ha rinunciato al lavoro per i figli. Ronak si è costruito una magnifica carriera e ha sposato una ragazza wasp, niente più sembra legarlo alla cultura della famiglia. Eppure, dopo qualche giorno di imbarazzata convivenza, l’affetto e i ricordi riemergono intorno alla tavola materna dai colori caldi e dai profumi inebrianti. Perché la mamma ha deciso di dedicarsi alle ricette della tradizione indiana, usando aromi e spezie come un collante per riaggregare a sé i figli. I quali, piano piano, si lasciano avvolgere dai riti del cibo: soprattutto Mala, che decide finalmente di imparare a cucinare sotto la guida della mamma. Preparare il cibo diventa così un vero e proprio atto d’amore, il modo più naturale per conservare la memoria dei sentimenti e renderli immortali. “La cucina delle spezie” è un racconto dolce e struggente, a volte malinconico ma sempre intenso, sull’importanza dei legami e delle tradizioni, calato in un’atmosfera calda, intima, che intreccia emozioni, ricordi, rimpianti e arte della cucina.

Questa voce è stata pubblicata in Blog friends, Food Book e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.