Letture gustose parte 522

La pasticceria di Maria Grammatico, con i suoi dolcetti di mandorle, le sue conserve, i suoi rosoli, veri capolavori della creatività pasticcera ericina, è ormai da anni una delle mete obbligate per chi visita Erice. Ogni ricetta, ogni ingrediente, ogni segreto antico e tramandato da generazioni narra la storia di Maria: dall’infanzia spensierata nelle campagne del trapanese, al lungo periodo trascorso nell’Istituto San Carlo, dove “ruba” alle suore i segreti dell’arte pasticcera, fino all’apertura del suo primo laboratorio dolciario. Una storia dura e sofferta, la sua, ma anche piena di forza e di straordinaria volontà che ha portato la fama di Maria dai vicoli medievali di Erice alle pagine delle più celebri riviste di gastronomia di tutto il mondo. A raccontarla è Mary Taylor Simeti, una scrittrice americana che ha scoperto casualmente le deliziose specialità di Maria Grammatico e, conoscendone poi la vicenda umana, ha voluto dare voce ai suoi ricordi di giovinezza in questo lungo racconto-intervista.

Questa voce è stata pubblicata in Blog friends, Food Book e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.