Letture gustose parte 16

71JtgpbBkmL

La prima volta che ha messo piede in una cucina professionale avrà avuto otto anni: era la cucina di un grande albergo di Caserta dove lavorava suo padre. “La cucina era al piano terra, aveva immense vetrate ed era inondata di una luce accecante. C’erano enormi pentoloni da cui fuoriuscivano profumi deliziosi e tanto vapore che intiepidiva l’ambiente.” La passione di Antonino Cannavacciuolo per la cucina – quella stessa che lo ha portato negli anni ai vertici dell’alta gastronomia italiana – è impregnata di memorie della sua terra di origine, la Campania. Figlio d’arte, insegue giovanissimo il suo sogno con la determinazione che tuttora lo contraddistingue, superando i dubbi del padre e il timore di una vita di sacrifici.

Una frase dal libro:

Gli ingredienti mi parlano

 

Questa voce è stata pubblicata in Blog friends, Food Book e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.